Aquatilis Expedition - chi è Armando Macali

17 di Gennaio, 2021 - Subacquea - Commento -

a proposito di Aquatilis Expedition:

Armando Macali

Ho finalmente conosciuto Armando Macali, di Latina classe 1982.

Mi ha raccontato che fin da piccolo ha sempre coltivato una grande passione per il mare e la natura, che lo ha spinto a continuare i suoi studi universitari nell’ambito della biologia marina, così come a partecipare a numerose spedizioni esplorative degli ecosistemi marini più suggestivi del mondo.

Già Direttore Scientifico del Museo del Mare e della Costa di Sabaudia, durante la formazione dottorale viene selezionato come partecipante a diverse masterclass internazionali, tra cui la “Schmid Training School” presso la Stazione Biologica di Roskoff in Bretagna (Francia), e la “International School in Marine Biology” presso la stazione biologica dell’Università statale di Mosca sul Mar Bianco (Russia). Armando attualmente è in servizio presso il Centro Ittiogenico Sperimentale Marino dell’Università della Tuscia (CISMAR), in qualità di ricercatore e responsabile delle attività in mare e delle imbarcazioni del Dipartimento. 

Ha partecipato a numerose spedizioni scientifiche in tutto il mondo: tra le più importanti, nel 2015, in qualità di operatore scientifico subacqueo per una spedizione italo-russa presso il Mar Bianco (Russia), nel Circolo Polare Artico, durante la quale ha perfezionato la sua preparazione nel campo delle immersioni in contesti polari. A partire dal 2016 partecipa per l’Università degli Studi della Tuscia a diverse campagne di ricerca per il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide, in qualità di operatore scientifico e “field leader”. Durante il periodo di soggiorno presso la base italiana Mario Zucchelli viene nominato Guida di Superficie alle attività subacquee, a supporto del personale della Marina Militare presso la base italiana. Ha avuto modo di visitare i luoghi più suggestivi del continente antartico, tra cui le pinguinaie di Pinguini Imperatori di Cape Washington.

Dal 2014, assieme al fotografo russo di fama internazionale, Alexander Semenov, coordina in qualità di Scientific Leader l’AQUATILIS EXPEDITION, progetto di ricerca scientifica e divulgazione che ha l’ambizione di ripercorrere l’epico viaggio di Jacques Cousteau esplorando e documentando la vita marina nei luoghi più remoti e inesplorati del pianeta. Il progetto ha ottenuto fin ora prestigiosissimi riconoscimenti, tra cui quello dell’Accademia Nazionale delle Scienze Russe. Dal 2015 il team collabora stabilmente con BBC e National Geographic, per i quali ha realizzato numerosi contributi documentaristici.

Armando Macali ha al suo attivo diverse pubblicazioni scientifiche in collaborazione con i maggiori centri di ricerca europei, e numerose sono a tutt’oggi le sue partecipazioni televisive in programmi di settore e documentari. Negli ultimi tempi i suoi studi si sono focalizzati sullo studio delle comunità planctoniche in mare aperto e sulla minaccia dell’inquinamento da plastiche.

Una sua pubblicazione in merito è stata considerata tra le 100 ricerche scientifiche proposte dalla rivista “Nature Scientific Reports” che hanno maggiormente catalizzato l’opinione pubblica a livello mondiale nel 2018. Da tempo si impegna in ambito locale nella tutela e valorizzazione del territorio. Nel 2007 partecipa al documentario “Scorie in Libertà” per la regia di Gianfranco Pannone, in cui mette in luce alcune delle più inquietanti minacce alla salute del mare del territorio pontino; dal 2017, assieme al regista Lucio Gaudino e al suo compagno di avventure, Alexander Semenov, porta avanti una serie di documentari sulla biodiversità storica, culturale e biologica dell’Arcipelago Pontino.

Insomma oltre ad essere un grandioso subacqueo è una pedina fondamentale per la ricerca biologica e marittima mondiale, e fieri di annoverarlo come fiore all’occhiello del nostro paese.

Claudio Sisto


sostieni il progetto tyrrhenia

Aiutaci a mollare gli ormeggi verso il mare, per il mare!

Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori
Post precedente Post successivo