Iniziativa dei Cittadini Europei Stop Finning Stop the Trade

28 di Novembre, 2021 - Ambiente - Commenti -

Claudio Sisto / foto e immagini di "Cittadini Europei Stop Finning Stop The Trade" , testo di Camilla Mura del Team italiano dell'iniziativa.


Il finning, o shark finning, consiste nello spinnamento  dello squalo, spesso quando questo è ancora vivo, la cui carcassa viene poi rigettata in mare a causa del suo basso valore commerciale. D’altro canto, il commercio delle pinne di squalo è purtroppo ancora florido e anzi l’Europa vi partecipa in modo importante esportando 3500 tonnellate di pinne di squalo all’anno. Queste vengono poi consumate per lo più in Asia sotto forma di zuppa di pinne di squalo, un piatto di lusso ma con nessun valore nutrizionale ed anzi potenzialmente tossico a causa della presenza di metalli pesanti.

Si stima che circa 73 milioni di squali vengano uccisi ogni anno solo per le loro pinne portando diverse specie di squalo sulla soglia dell'estinzione. Essendo questi animali in cima alla catena alimentare, la loro scomparsa comprometterebbe l'equilibrio degli ecosistemi marini andando a aggravare ulteriormente la crisi che stanno attraversando i nostri oceani.

Per contrastare tutto ciò è nata StopFinningEU che vuole chiedere alla UE il bando completo di importazione, esportazione e transito delle pinne di squalo. Tramite il meccanismo dell'Iniziativa dei Cittadini Europei è possibile, infatti, portare una proposta di legge direttamente in discussione in Commissione Europea una volta raccolti 1 milione di voti di cittadini europei nell'arco di un anno.

Nel caso di StopFinningEU la raccolta termina a gennaio 2022 e i voti al momento sono 395mila in Europa e poco più di 32mila in Italia. Per il successo di questo "referendum" europeo è quindi importante diffondere quanto più possibile la notizia dell'opportunità che abbiamo di aiutare gli squali e gli oceani.


Riteniamo che se la raccolta dei voti per l’ICE StopFinningEU dovesse avere successo si manderebbe un forte segnale all’Unione Europea circa l’interesse dei suoi cittadini sulle tematiche legate al mare e all'ambiente e che si possano ottenere dei buoni risultati in termini di protezione degli squali e della fauna marina come avvenuto recentemente degli USA e nel Regno Unito.


Per aderire all'iniziativa è sufficiente votare gratuitamente al sito www.stop-finning-eu.org/it con nome, cognome e numero del documento d'identità o con lo SPID

Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori
Giulia
05 di Gennaio, 2022
Concordo! Visto servizio striscia la notizia
Sara
05 di Gennaio, 2022
Bisogna intervenire al più presto!
Piero Campanella
05 di Gennaio, 2022
Sono d'accordo a fermare questa mattanza di squali
Sergio
05 di Gennaio, 2022
Inaccettabile! E vergognoso ma purtroppo non è l'unica ingiuria contro gli animali.
Loretta Pippa
06 di Gennaio, 2022
È una porcheria schifosa. Devono finire questi odiosi maltrattamenti.
LucianoGobbi
06 di Gennaio, 2022
A quei poveri animali vengono fatte cose orribili e vergognose.Tutto questo deve finire.
Luciano.
06 di Gennaio, 2022
È veramente ignobile quello che fanno a quei poveri animali.
Luciano
06 di Gennaio, 2022
È orribile quello che fanno a quei poveri animali.

Lascia il tuo commento
L'indirizzo email non sarà pubblicato.

4 + 1 =
Post più recenti
Categorie
Post precedente Post successivo