La balena grigia non è di casa

21 di Aprile, 2021 - Mari e fiumi - Commento -

Redazione/Valerio Manfrini 

I cetacei del nostro mare e la visita della balena grigia 

I cetacei (balene, balenottere, capodoglio, stenelle, focene, ecc.) sono mammiferi acquatici ed esistono specie marine e di acqua dolce.

L’Ordine Cetacea, che conta più di 90 specie, si divide in due sottordini viventi: gli odontoceti e i misticeti. I primi sono i cetacei provvisti di denti come il tursiope (Tursiops truncatus), la stenella striata (Stenella coeruleoalba), il capodoglio (Physeter macrocephalus), l’orca (Orcinus orca) solo per citare alcune tra le specie più conosciute. I misticeti, invece, sono provvisti di fanoni ovvero lamine cornee con le quali filtrano l’acqua trattenendo il plancton, i piccoli pesci e i cefalopodi di cui si nutrono. Sono misticeti la balenottera azzurra (Balaenoptera musculus), la balenottera comune (Balaenoptera physalus), la megattera (Megaptera novaeangliae), la balena grigia (Eschrichtius robustus) e altre ancora. Proprio quest’ultima sta facendo molto parlare di sé dal giorno del suo primo avvistamento, avvenuto il 14 aprile di fronte all’isola di Ponza (LT).


Fotografia della balena grigia, fonte la Repubblica


Questa specie non appartiene alla comune cetofauna del Mediterraneo e non rientra nemmeno tra le specie che, raramente, possono essere avvistate nel mare nostrum, come la balenottera minore (Balaenoptera acutorostrata) o l’orca. La balena grigia non era mai stata avvistata prima in acque italiane e l’unico precedente in Mediterraneo risale al 2010 quando un esemplare venne avvistato davanti alla costa israeliana e successivamente di fronte a Barcellona (SPA).  

Sono 8 le specie di cetacei regolarmente presenti nel bacino del Mediterraneo. Tra i misticeti, la sola balenottera comune, mentre tra gli odontoceti: tursiope, stenella striata, capodoglio, delfino comune (Delphinus delphis), grampo (Grampus griseus), globicefalo (Globicephala melas) e zifio (Ziphius cavirostris).  


Valerio Manfrini Ph.D., biologo, Zoönomia

Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori
Post precedente Post successivo