L'app che ogni subacqueo (e non solo) dovebbe avere a portata di mano

26 di Gennaio, 2021 - Subacquea - Commento -

L'app social alla portata di tutti gli amanti del mare:

SCUBADVISOR

Il progetto è nato due anni fa mentre Alessandro D'Antonio e Marco Prandi (15 anni d'esperienza nel mondo della subacquea, dive master e guide subacquee) si recavano a fare un'immersione e discutevano di quanto fosse complesso organizzare un'immersione il fine settimana.

A un certo punto, quasi per scherzo, hanno pensato: "perché non facciamo un'app?".

Da lì a pochi mesi ne hanno iniziato lo sviluppo, e dopo essersi scontrati con vari ostacoli sono riusciti a caricare la prima versione scaricabile di Scubadvisor (http://www.scubadvisor.it/)

Da allora non si sono mai persi d'animo e hanno continuato gli sviluppi della piattaforma, che tra l'altro riceverà un aggiornamento importante a breve.

La loro applicazione, disponibile e funzionante in tutto il mondo (più di 40.000 download in 8 mesi), verte alla digitalizzazione della subacquea analizzando 3 problemi che sono stati riscontrati quando si vuole andare a fare un'immersione in un posto che non si conosce:

- Difficoltà da parte degli utenti a trovare centri di riferimento;

- Mancanza di un sistema di valutazione e recensione dei servizi proposti;

- Mancanza sul mercato di una piattaforma di riferimento per la subacquea.

Scubadvisor, grazie ad una mappa con segnalati i centri diving, negozi di subacquea e nautica, liberi professionisti del settore come guide e istruttori, colma perfettamente queste richieste tramite questa vetrina digitale tramite la quale si possono scegliere diving e servizi, scrivere le recensioni dei centri, e vivere in un social network dedicato (un social prettamente acquatico, cosa c'è di meglio?).

Centri diving

Una volta trovato il centro diving, c'è la possibilità di prenotare l'immersione, affittare l'attrezzatura e occuparsi di tutti quegli aspetti che anticipano un immersione tramite il contatto diretto con l'organizzazione.

Liberi professionisti

Per chi non fa parte di un centro diving ed esercita la professione singolarmente, ha una possibilità pari ad un centro diving di essere visto e contattato; anche in questo caso c'è la possibilità di mettersi direttamente in contatto con la persona che può sia affittare attrezzature che istruire e guidare sott'acqua.


Noi come Redazione e autori di fotografie subacquee ci siamo registrati nell'app notando subito l'utilità e la bellezza della stessa: era ora che qualcuno rendesse giustizia alla subacquea, che la portasse al passo con i nostri tempi e che ne esaltasse la qualità.


Consigliamo a tutti gli amanti ed esperti del mare di registrarsi e ampliare così la rete di servizi e conoscenze che si sta mettendo in moto grazie a questa applicazione, nata dal sogno e necessità di due subacquei con la volontà di digitalizzare ed innovare quello che ad oggi è un settore privo di innovazione e tecnologia.

Noi della Redazione gli auguriamo una grande riuscita.

Valentina Cornacchione

sostieni il progetto tyrrhenia

Aiutaci a mollare gli ormeggi verso il mare, per il mare!

Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori
Post precedente Post successivo