Rimozione di reti fantasma su un relitto aereo ad Ostia (Roma)

29 di Settembre, 2021 - News - Commento -

Claudio Sisto 29/09/2021 / Foto da Marevivo Roma

Operazione Guardia Costiera, Marevivo e Diving  di Ostia a largo del mare della capitale

La scorsa settimana una complessa attività subacquea ha permesso di rimuovere delle reti da pesca che ricoprivano  un relitto aereo che giace, su un fondale di circa 25 metri, in un punto vicino all'area marina Protetta di Tor Paterno, a largo di Ostia.

L'attività, in cooperazione con Marevivo ed alcuni diving, condotta dal 2° Nucleo Sub della Guardia Costiera di Napoli, con il supporto in area di unità navali della Capitaneria di porto di Roma e della Delegazione di spiaggia di Ostia. 

Il relitto era stato già ispezionato dagli operatori della Guardia costiera alla fine di giugno, nel corso di una valutazione preliminare in vista delle operazioni in corso in questi giorni.

 Questa importante iniziativa si colloca nel quadro della campagna nazionale ambientale, condotta dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia costiera, in collaborazione con Marevivo, in corso da circa due anni, finalizzata al recupero delle cosiddette "reti fantasma": attrezzature da pesca, perse o dismesse che, abbandonate sul fondo, rappresentano una seria minaccia per l'ecosistema , potendo anche costituire un pericolo per la navigazione.

Le reti sono state successivamente recuperate nel porto di Ostia dal servizio AMA che a proprie spese ha gestito il corretto smaltimento.




Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori
Post precedente Post successivo