Sciacquare, pulire, asciugare, amare le vostre attrezzature

08 di Febbraio, 2021 - Attività subacquee - Commento -

Claudio Sisto

Piccolo memo: la cura delle attrezzature subacquee

Un errore madornale che vede sfumare i sogni di ogni subacqueo/a, è quello di non lavare bene l'attrezzatura dopo ogni utilizzo, che sia in acqua dolce che in mare, ma soprattutto in piscina dove l'acqua contiene il tanto utile ma dannoso cloro.

L'errore sta nel veder rovinata la nostra costosa attrezzatura da sabbia, sale, fango, cloro ecc. Presi da spasmodica azione preservatrice però potremmo aggredire le nostre affezionate attrezzature con saponi e prodotti per la pulizia che andrebbero ad infierire peggio degli elementi precedentemente esposti. Esistono dei saponi specifici, inodori ed ultimamente anche (e per fortuna) ecologici.

Un altro anzi altri agenti che possono compromettere il funzionamento e la tenuta dei nostri presidi sono il sole (raggi ultravioletti) ed il freddo. Quindi è necessario se non obbligatorio riporre il tutto in dei sacchi che riparano dal sole e dal freddo, dopo ogni immersione, occhio anche al calore che deforma maschere, disintegra le mute e ci rende marmoree le nostre pinne.

Viene da se che il sub provetto, lo è anche nella cura di tutto il materiale che serve all'immersione, in sicurezza e in piena consapevolezza che le nostre “cose” possono durare a lungo se bene trattate prima, durante e dopo le immersioni.

Un'altra non trascurabile accortezza oggi è la disinfezione di tutto a causa del covid-19. Ponete molta attenzione a non fornire i vostri compagni di immersione del vostro secondo stadio, snorkel e maschera, a meno che non siano congiunti con i quali passate ore ed ore della vostra vita.  Un subacqueo/a consapevole è colui/lei tiene alle proprie attrezzature in modo professionale e perfetto.

Occhio alla sabbia che invade la vostra vita e quella dei vostri GAV, del vostro Octopus. Meglio perdere un'ora a lavare accuratamente tutto che buttare nel secchio numerosi euro e piangere un regalo magari fatto dalla persona che vi ama al vostro compleanno.

Insomma sembrerà una morale ripetitiva ed inutile, ma mi sento in in dovere di ricordare a tutti e tutte le nostre lettrici di usare i presidi subacquei con cura e proteggerli come dei figli.

Un abbraccio pieno d'azoto dal vostro Claudio Sisto.

sostieni il progetto tyrrhenia

Aiutaci a mollare gli ormeggi verso il mare, per il mare!

Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori

Lascia il tuo commento
L'indirizzo email non sarà pubblicato.

9 + 1 =
Post più recenti
Categorie
Post precedente Post successivo