Sos tartarughe marine in Emilia Romagna e Marche, recuperate moribonde

18 di Ottobre, 2021 - News - Commento -

Foto ANSA 

ANSA /  News Redazione 

Almeno 15 esemplari solo nelle ultime due settimane

(ANSA) - BOLOGNA, 15 OTT - Preoccupazione sulle coste emiliano-romagnole e marchigiane per l'intensificarsi nelle ultime settimane delle attività di recupero di piccole tartarughe marine in condizioni fortemente debilitate, praticamente moribonde. 

È l'allarme che lancia la Fondazione Cetacea onlus di Riccione i cui volontari sono in prima linea nella salvaguardia della fauna marina.

Solo nelle ultime due settimane sono state 15 le tartarughe recuperate fra Ancona e Cesenatico a seguito delle frequenti mareggiate. Tutti esemplari di piccole dimensioni (sui 20-24 centimetri di carapace) con un peso che non supera il chilo.

Tutte fortemente debilitate e che vanno ad aggiungersi alle sette già in 'clinica' per le stesse ragioni tra luglio e settembre. Sono giovani di Caretta caretta magre e affette da decalcificazione, anemia, carenze vitaminiche, infestate da molluschi parassiti (balani, i cosiddetti 'denti di cane'). 

Tre quarti delle tartarughine sono morte nelle nelle prime 24 ore dal recupero, nonostante l'immediato intervento dell'equipe veterinaria. Un fenomeno che preoccupa, dicono i volontari, perché ricorda "eventi occasionali già affrontati nella storia della Fondazione degli ultimi 15 anni". 

Sulle carcasse saranno svolte analisi approfondite. (ANSA).

Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori
Post precedente Post successivo