VITE STRAORDINARIE. IL PREMIO ATLANTIDE EDIZIONE 2022

28 di Ottobre, 2022 - News - Commento -

REDAZIONE

Napoli, 22 ott. - Il Premio Atlantide approda per la prima volta a Napoli al Museo della Stazione zoologica Anton Dohrn. Nato nel 2016 per volere di Vittorio Bianchini - Vice Presidente della Fondazione Premio Atlantide - oggi è il più autorevole riconoscimento in Italia per coloro che hanno dedicato e dedicano la loro esistenza alla scoperta, alla ricerca, alla divulgazione e alla tutela dell’ambiente marino e delle biodiversità che lo popolano e lo animano.

“In qualità di componente del Comitato Scientifico e responsabile dei contenuti del Premio Atlantide e soprattutto napoletana, sono molto contenta di aver portato quest'anno il Premio in una città dove dall'energia sommersa fatta di magma e sale possono emergere le eccellenze necessarie alla tutela dell'ambiente marino, perché una vera cultura del mare inizia dai nostri comportamenti responsabili sulla terraferma”, così Claudia Carrescia, autrice e presentatrice del Premio Atlantide, docente di scrittura e pratiche narrative, scrittrice, biografa e formatrice autobiografica. Founder di storieria.com.

“Cultura del mare significa responsabilità di tutti noi nel considerare l'ambiente una risorsa vitale per il pianeta. Perché il mare è risorsa, storia, tradizioni, paesaggio, cibo, cultura: un patrimonio inestimabile che deve essere conservato per le future generazioni”, ha affermato Vittorio Bianchini.

"Mondo Sommerso la rivista amata da chi ama il mare, è ben lieta di rappresentare attraverso il suo Direttore Editoriale,  un premio così importante per il mare e la sua storia, fatta di persone straordinarie", si è espresso Claudio Sisto.

Hanno ricevuto il Premio Atlantide 2022:

Premio speciale Atlantide a Claudio Ripa, classe 1933, campione del mondo e indiscusso protagonista della storia della pesca in apnea. Un tributo emozionante ad un napoletano d’eccezione, raccontato da un altro storico campione partenopeo, Massimo Scarpati, già Premio Atlantide 2021.

Nanni Acquarone - Navigatore Primo skipper italiano ad aver percorso il Passaggio a Nord Ovest nel 2012 e il Passaggio a Nord Est nel 2019, compiendo il periplo dell'Artico. “Sono stato indirizzato verso il mare da una lontana storia familiare di navigatori. Nel tempo si sono inanellate emozioni impagabili, che pian piano hanno contribuito a segnare un percorso che poi è stata la mia vita. Ho vissuto questo viaggio come un servizio, e spero di aver trasmesso la mia conoscenza costruita in anni e anni di studio”.

Donatella Bianchi - Giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva Da quasi 30 anni è alla conduzione di Linea Blu su Rai 1 e dal 2019 Presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre. “Proteggere e promuovere l'ambiente sono il fulcro della mia vita personale e professionale. Una responsabilità cui dedicarmi, con la collaborazione di tutti. Come ho sempre fatto, e ancor più da quando sono diventata, nel 2019, presidente del Parco delle Cinque Terre”.

Chiara Giamundo - Basco Blu dei GOS - Gruppo Operativo Subacquei Prima e unica donna palombaro italiana ad aver superato a soli 23 anni la selezione per il reparto d'élite della Marina Militare. “Per me essere la prima donna palombaro è un grandissimo onore, ma anche una importante responsabilità. Spero saranno molte le ragazze che sceglieranno questo percorso e di essere un esempio per le donne che desiderano intraprendere questa carriera”.

Paolo Marcolin - Scienziato Ricercatore e specialista in otorinolaringoiatria applicata alla subacquea, docente e fondatore del Team di ricerca OTUSUB. “Le problematiche di chi scende in acqua sono di carattere otologico per l'80 per cento. Nelle zone in cui ci sono centri di immersione, come in provincia di Napoli, c'è molta attenzione a questo settore. Anche il piccolo istruttore subacqueo può e deve avere delle conoscenze attraverso i congressi e le attività che svolgiamo”.

Monica Montefalcone - Ecologa marina Ricercatrice e docente presso il Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e della Vita (DiSTAV) dell’Università di Genova, esperta di morfologia del paesaggio marino, biologia ed ecologia marina e tropicale. “La situazione di cambiamento allarmante del mare non è dei giorni d'oggi. Sono decenni che stiamo accendendo il segnale d'allarme. Oggi c'è una maggiore attenzione, anche perché si parla finalmente di cambiamento climatico”.

Il Premio Atlantide è patrocinato da Ministero della Transizione Ecologica, Regione Campania, Comune di Napoli, Stazione Zoologica Anton Dohrn, Museo Civico Gaetano Filangieri. Main Sponsor della VI edizione è Lorena Antoniazzi.


LA FONDAZIONE PREMIO ATLANTIDE

Il Premio Atlantide esprime da sempre la volontà di contribuire alla promozione e alla diffusione della cultura del mare. Per operare in maniera sempre più diffusa e partecipata per il raggiungimento di questo obiettivo, è nata quest’anno la Fondazione Premio Atlantide. Un ente non profit la cui mission è operare in maniera continuativa per fornire un rilevante e autorevole sostegno al processo di transizione ecologica, contribuire a dare memoria e riconoscimento a tutti coloro che dedicano o hanno dedicato il loro operato al bene del pianeta marino e consentire ai tanti sostenitori di poter supportare le nostre campagne ed essere parte attiva delle nostre iniziative. Perché il mare è risorsa, storia, tradizioni, paesaggio, cibo, cultura: un patrimonio inestimabile che va protetto insieme e preservato per le future generazioni. Il comitato scientifico della Fondazione Premio Atlantide è composto da:

Vittorio Bianchini Fondatore del Premio Atlantide, C.E.O WASE DivEducation, tra i massimi conoscitori delle tecniche di immersione 

Claudia Carrescia Autrice e presentatrice del Premio Atlantide. Docente di scrittura e pratiche narrative, scrittrice, biografa e formatrice autobiografica. Founder di storieria.com 

Gerardo Bosco Professore associato in Fisiologia dell'Esercizio presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova, Presidente della Società Italiana di Medicina Subacquea e Iperbarica (SIMSI) 

Pippo Cappellano Giornalista, regista e documentarista. Ha diretto oltre 300 documentari in varie parti del mondo su temi di natura, scienza e storia e diverse serie di successo sull’esplorazione marina e sull’archeologia subacquea 

Marina Cappabianca Produttrice, autrice e regista, specializzata in documentari marini, naturalistici e storici ed esperta di storia della cinematografia subacquea 

Alessandro Filippini Giornalista redazione Scienze ed Ambiente TG2-Rai, si occupa di attualità e divulgazione applicata all'ambiente marino 

Claudio Sisto Giornalista, Fotografo, Editore e Direttore Rivista Mondo Sommerso



I PREMIATI DELLA VI EDIZIONE | Napoli, 22 ottobre 2022

Chiara Giamundo 

Prima e unica donna palombaro italiana, nel 2020, a soli 23 anni e dopo undici durissimi mesi di corso, conquista il basco blu dei GOS - Gruppo Operativo Subaquei - reparto d'elite della Marina Militare cui sono affidati compiti delicatissimi e rischiosi. Nei 170 anni della Scuola Palombari, istituita il 24 luglio 1849 a Genova, nessuna donna aveva mai compiuto questa impresa. Una ‘professionista del mare' impegnata quotidianamente in un vasto spettro di interventi sia in ambito militare sia civile: dal salvataggio del personale all’interno dei sommergibili sinistrati e dei naufraghi sulle rotte migratorie alla bonifica dei fondali, dalle operazioni di recupero di beni culturali o legate all’ecologia del pianeta alle immersioni profonde per la neutralizzazione delle mine e degli ordigni esplosivi. “Spero di essere un esempio per le donne che desiderano intraprendere questo tipo di carriera e che siano molte le ragazze che sceglieranno di accompagnarmi in questo lavoro.” Un augurio che non possiamo che condividere.

Paolo Marcolin 

Ricercatore e specialista in otorinolaringoiatria applicata alla subacquea e docente del Master di II livello di Medicina Subacquea ed Iperbarica alla sede di Trapani dell'Università di Palermo e del Master di Medicina Iperbarica dell'Università di Padova. Come ama spesso affermare, “il mare è una ‘malattia’ dalla quale, fortunatamente, non si guarisce mai”. È con questo spirito che nel 2005 fonda Gruppo Otosub, team di ricerca che, attraverso il lavoro di gruppi di studio tematici, mette in connessione le conoscenze scientifiche relative alle patologie in ambito subacqueo, con particolare riferimento all’otorinolaringoiatria ed alla medicina subacquea. Gli incontri di Otosub si rivolgono a specialisti in otorinolaringoiatria, medicina dello sport, anestesia e rianimazione, medici di medicina generale, audiologia, foniatria, audiometristi e audioprotesisti ma l’attività divulgativa e formativa coinvolge attivamente anche i subacquei e chiunque operi nel settore.

Monica Montefalcone 

Ecologa marina, ricercatrice e docente presso il Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e della Vita (DiSTAV) dell’Università di Genova, opera nel campo della ricerca applicata all’ambiente marino costiero. Dal 2019 è responsabile di “Mare caldo”, progetto realizzato dal DiSTAV in collaborazione con Greenpeace Italia e ElbaTech che ha come obiettivo lo studio nel tempo degli impatti dei cambiamenti climatici sui mari italiani e la realizzazione di una rete costiera di stazioni di monitoraggio delle temperature marine. ll suo rapporto con il mare inizia molto presto, quando comincia ad andare sott’acqua all’età di 5 anni seguendo il papà durante le sue uscite per la pesca in apnea per poi seguire il suo primo corso di sub a soli 15 anni. Alla sua immensa passione per il mare e per la ricerca, affianca da sempre un’intensa attività di divulgazione, nella convinzione che solo attraverso la conoscenza sia possibile sensibilizzare i cittadini al rispetto e alla tutela dell’ambiente

Nanni Acquarone

Skipper dell’avventura tutta italiana della conquista del passaggio a Nord Ovest. Indirizzato verso il mare da una lontana storia famigliare di navigatori, dal 2008 naviga con la sua “Best Explorer" alle Isole Svalbard nell'Artico tra i ghiacci, spingendosi fino oltre gli 80° nord. È il primo e finora unico skipper italiano ad aver percorso il Passaggio a Nord Ovest nel 2012 partendo da Tromsø in Norvegia e arrivando in Alaska e il Passaggio a Nord Est nel 2019, compiendo il periplo dell'Artico, secondo al mondo in senso orario. Da quando nel 1995 ha preso a solcare tutti gli oceani, ha accumulato non meno di 60.000 miglia. Ha recentemente pubblicato il libro: "Best Explorer - Dal Mar Ligure al Mare Glaciale Artico", Edizioni Il Frangente. I suoi viaggi sono un’immensa fonte di conoscenza, guadagnata grazie allo studio, alla determinazione e ad un’immensa passione per il mare, un patrimonio inestimabile da trasmettere, insieme allo spirito che l’ha prodotta, alle generazioni future.

Donatella Bianchi 

Giornalista, scrittrice, autrice e conduttrice televisiva, il mare è da sempre il suo elemento naturale. Da quasi 30 anni è alla conduzione di Linea Blu su Rai 1, di cui è anche autrice. Il suo impegno, la professionalità, la sua straordinaria passione fanno di lei una delle principali divulgatrici della cultura del mare e della sua tutela. Grazie ai suoi racconti il pubblico ha potuto conoscere l'incredibile bellezza delle coste e dei fondali italiani e le storie di chi al mare lega la propria vita, il proprio lavoro, testimoniando il legame indissolubile tra l’uomo e l'ambiente marino. Volto di importanti campagne ambientali, Bianchi è stata Presidente del WWF Italia e dal 2019 è Presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Dal 2007 rappresenta l'Italia in seno all'Ue per il "Green Paper", il libro verde sulle politiche del mare. Dal 2010 è anche "Ambasciatore della Biodiversità", riconoscimento attribuitole dal Ministero dell'Ambiente.

Speciale Premio Atlantide 2022 Claudio Ripa, leggenda vivente, campione del mondo di pesca sportiva, inviato speciale per riviste specializzate, operatore e fotografo, ricercatore di tesori archeologici sommersi. «Uno dei migliori umani a muoversi in acqua», ha detto di lui Massimo Scarpati, altro campione storico partenopeo, già Premio Atlantide 2021, che ha consegnato il premio alla moglie Eliana.


Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori

Lascia il tuo commento
L'indirizzo email non sarà pubblicato.

3 + 1 =
Post più recenti
Categorie
Post precedente Post successivo