Perù: marea nera, Repsol chiede i danni alla petroliera italiana

15 di Febbraio, 2022 - News - Commento -

Redazione / da Canale ANSA MARE

El País, verrà richiesta una cifra multimilionaria

La multinazionale petrolifera spagnola Repsol considera che la causa dello sversamento in mare di migliaia di barili di greggio al largo di Lima, il 15 gennaio scorso, sia stato un "movimento brusco" della Mare Doricum, la nave battente bandiera italiana che lo trasportava: è quanto riportano l'agenzia di stampa Efe e il quotidiano El País, citando fonti vicine al caso.

Motivo per cui, aggiungono queste due testate giornalistiche spagnole, la compagnia ha intrapreso azioni legali volte a reclamare un risarcimento de danni ai proprietari e alla compagnia assicuratrice della petroliera, che stava effettuando operazioni di scarico del greggio presso la raffineria La Pampilla quando è avvenuto lo sversamento. Come specificato da El País, Repsol starebbe pensando di chiedere un risarcimento "multimilionario", anche se la cifra non è stata ancora precisata. La proprietaria del Mare Doricum è Fratelli D'amico Armatori Spa, secondo il sito web della compagnia stessa. Il quotidiano spagnolo riporta che la tesi di Repsol è supportata da uno studio realizzato dalle società Inerco e Orbital Eos


Foto ANSA

Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori

Lascia il tuo commento
L'indirizzo email non sarà pubblicato.

3 + 7 =
Post più recenti
Categorie
Post precedente Post successivo