La regina degli abissi sarà a Genova per “Onda su Onda”

04 di Marzo, 2022 - News - Commento -

Redazione / Foto da profilo Facebook https://www.facebook.com/photo.php?fbid=499890564840798&set=pb.100044595752107.-2207520000..&type=3


Lunedì 7 marzo dalle ore 10.30 Unite, Università della Terza Età di Unige invita all’incontro con Alessia Zecchini, pluri- campionessa mondiale di apnea, che verrà a Genova per il secondo evento dedicato al mare della serie “Onda su Onda” .

L’appuntamento sarà di grande interesse per tutti gli appassionati di subacquea, apnea e sport in generale, si terrà nella Sala del Maggior Consiglio del Palazzo Ducale di Genova ed è aperto alla cittadinanza. Introdurranno l’incontro il prorettore alla terza missione Fabrizio Benente e il prof. Marco Frascio, coordinatore dell’area disciplinare Medicina e Farmacia Con 17 medaglie d’oro ai Mondiali, 35 medaglie internazionali e 35 record del mondo Alessia Zecchini si merita pienamente il titolo di “regina degli abissi”.

 Attraverso i suoi successi la disciplina sportiva dell’apnea si è conquistata l’interesse generale, mentre con le sue parole l’esperienza sportiva diventa motivo di riflessione e di grande ispirazione in chi ascolta.

Gli ingredienti essenziali nei suoi successi sono grande autocontrollo e riflessione meditativa, la sua storia sportiva è il racconto di una sfida che porta al limite delle possibilità fisiche e mentali, oltre che ad un’”esperienza unica, totalizzante e davvero profonda con l’acqua”.

L’esordio nelle gare nazionali per Alessia Zecchini avviene nel 2011, quando partecipa al suo primo Campionato Italiano a Torino, classificandosi seconda su due delle tre discipline in programma.

L’anno dopo è convocata alla sua prima gara internazionale, conquistando ottimi piazzamenti.

Diventa per la prima volta campionessa del mondo nel 2013 a Kazan, al suo primo Campionato del Mondo, vincendo anche un argento e un bronzo nelle altre due discipline indoor in programma.

Il primo record del mondo indoor deve attendere il 2015.

L’attenzione mediatica dedicata al suo bottino di ben 5 medaglie tra oro e argento, indoor e outdoor, contribuisce fortemente ad accrescere l’interesse generalista per l’apnea. Il 2016 è un anno senza sosta per la campionessa mondiale, che si aggiudica ben tre medaglie d’oro e rispettivi record del mondo in dinamica senza attrezzi, dinamica con bipinne e in dinamica con la monopinna.

E’ nel 2017, dopo il record alle Bahamas, che Alessia diventa la “donna più profonda al mondo”, infrangendo per ben tre volte i risultati sino allora imbattuti di Natalia Molchanova, che resistevano da 6 anni.

Ancora oggi, grazie ai suoi -113 m in assetto costante raggiunti nel 2019 a Roatan, si conferma una vera e propria “regina degli abissi”.

Alessia Zecchini vive a Roma ma tiene alto anche il nome della nostra regione in quanto da anni è testimonial della ditta Salvimar di Casarza Ligure e usa esclusivamente le attrezzature subacquee della stessa.

La visibilità e l’energia positiva che Alessia Zecchini comunica nelle numerose apparizioni televisive e sulla stampa, il rapporto sui social e nella vita reale con i suoi sostenitori, hanno dato una spinta essenziale alla divulgazione di questo sport e le sue imprese sono continua fonte di ispirazione.

E proprio grazie alle sue imprese e alla sua attività divulgativa per l’apnea, ad Alessia nel 2017 sono stati attribuiti la Medaglia d’Oro CONI al Valore Atletico e il prestigioso “Trofeo www.apneaworld.com”.

Basandosi sulla sua esperienza agonistico-sportiva Alessia tocca le corde emozionali più profonde di chi l’ascolta: “L’apnea insegna ad affrontare le profondità, il buio che la vita a volte ci presenta (…) Mentre imparavo a scendere nelle profondità dell’oceano ho sperimentato sempre più una maggior conoscenza di me stessa, del mio corpo e della mia mente. Esiste un livello di concentrazione che, una volta inteso, conduce a una sensazione di estasi e di chiarezza, in cui si sa esattamente cosa si vuol fare in ogni momento, e si ottiene una risposta immediata. Si sa che ciò che si deve fare è realizzabile, sebbene difficile. Quando mi chiedono perché amo l’apnea penso a queste tre parole: profondità, entusiasmo e impegno. Immergermi in apnea per me è questo, e molto di più.”

L’accesso è libero fino a esaurimento posti.

L’evento viene trasmesso online sui canali di Palazzo Ducale e dell’Università di Genova.In osservanza alle regole dell’emergenza sanitaria è necessario il “green pass” rafforzato.

Contatti Segreteria UniTE tel. 010 2099466 unite@unige.it | www.unite.unige.it

DIPLODUS 28 2 2022


Condividi 

Così possiamo inviarvi la nostra newsletter.
Per dimostrare che non sei un robot.
Clicca sul link per leggere il nostro avviso legale.
* Campi obbligatori

Lascia il tuo commento
L'indirizzo email non sarà pubblicato.

8 + 7 =
Post più recenti
Categorie
Post precedente Post successivo